Area riservata Area riservata

IV giornata Campionato

19 ottobre 2019

PALLACANESTRO MILANO 1958 81-74 dts ARGOMM ISEO

(16-08; 19-20; 18-17; 15-23; 13-06)


Pallacanestro Milano 1958: Cappellari, Bellotti 13, M.P. Cattaneo 14, Furlanetto 2, T. Cattaneo 8, Paleari 17, Reali 3, Menezes Crissaf Bolelli 11, Scroccaro 8, Arioli 5, Binaghi ne, Massafra. All.: R. Petitti – Vice: M. Premier.

Basket Iseo: Mensah 3, Baroni 6, Caramatti 12, Giorgini ne, Medeghini, Boccafurni 18, Tedoldi 5, Veronesi 13, R.E. Staffiere, De Guzman 17, Modenese ne. All.: M.S. Mazzoli – Vice: G. Consoli.

Arbitri: A. Fiannaca di Pavia (PV) e F. Mainetti di Daverio (VA). 

Note – 16-08; 35-28; 53-45; 68-68 e 81-74. Tiri da due: Pallacanestro Milano 1958 24/41 - Basket Iseo 20/43. Tiri da tre: Pallacanestro Milano 1958 06/17 - Basket Iseo 05/19. Tiri liberi: Pallacanestro Milano 1958 15/24 - Basket Iseo 19/26. Rimbalzi: Pallacanestro Milano 1958 36 - Basket Iseo 37. Assist: Pallacanestro Milano 1958 19 - Basket Iseo 09. Palle perse/recuperate: Pallacanestro Milano 1958 19/11 - Basket Iseo 17/10. Stoppate fatte: Pallacanestro Milano 1958 01 - Basket Iseo 01. Falli fatti: Pallacanestro Milano 1958 25 - Basket Iseo 20. Usciti per falli: Scroccaro (PM) al 38’58” (68-68), Boccafurni (BI) al 44’02” (79-74) e De Guzman (BI) al 44’22” (80-74). Spettatori presenti 200 circa.

Il Basket Iseo perde dopo un supplementare (81-74) sul parquet della Pallacanestro Milano 1958 e si stacca dalla vetta della classifica. I gialloblu nel primo quarto faticano a trovare la via del canestro, per tutta la partita la rincorsa sembra vana fino al forcing di metà ultimo quarto che regala anche il profumo di vittoria, ma sul più bello finisce la benzina e nel supplementare la squadra di casa ha la meglio. L’Argomm, che si presenta alla sfida non al meglio (Cuelho out e Tedoldi senza allenamento), alla palla a due si schiera con De Guzman, Caramatti, Tedoldi, Boccafurni e Baroni mentre coach Petitti risponde con Michele Paolo Cattaneo, Furlanetto, Scroccaro, Reali e Paleari. Si parte con l’1/2 di Baroni e il canestro di M.P. Cattaneo a cui segue il 2+1 di Caramatti (2-4 dopo un giro di lancette). L’inizio spumeggiante e ricco di canestri dura poco, la partita a questo punto va a singhiozzo con tanti errori al tiro (dalla lunetta M.P. Cattaneo e Baroni fanno 0/2). Dopo quasi quattro minuti si smuove il punteggio col canestro di Paleari a cui risponde subito Boccafurni (8-8 del 05’30”). Lo scatenato Paleari e Scroccaro allungano per i biancoblu di casa prima di un altro momento in cui le due squadre litigano con il canestro. I secondi finali del quarto sono tutti di Bellotti, il suo 4-0 doppia il Basket Iseo per il 16-08 del decimo. Mensah inaugura il secondo periodo con una tripla (la prima di serata per l’Argomm), gialloblu che continuano però a fare una certa fatica in attacco e al tredicesimo il distacco rimane così invariato (21-13). Con la tripla di De Guzman e il 2/2 di Veronesi il Basket Iseo prova a rifarsi sotto ma grazie a Bellotti e a Menezes Crissaf Bolelli i locali ritrovano il più otto (25-17 a poco da metà quarto). Tanti errori al tiro ma tante anche palle perse, da una di queste arriva il più dieci milanese con Bellotti ben servito da Cappellari e dopo il canestro di Tommaso Cattaneo c’è il time out di coach Mazzoli (29-17 del 15’35”). Al rientro si registra il 4-0 Argomm, Bellotti però continua ad imperversare; Boccafurni e Tedoldi sono i più positivi del momento e provano ad imbastire l’ennesimo tentativo di rimonta. Il 2/2 di De Guzman per il meno cinque a novanta secondi dal lungo riposo, ma il canestro di Paleari manda le due squadre negli spogliatoi con la Pallacanestro Milano 1958 avanti 35-28.

Alla ripresa ci sono Veronesi per Baroni tra i gialloblu e Arioli per Reali nella squadra di casa poi gli stessi uomini della palla a due. Proprio Arioli dalla lunga inaugura la seconda metà, Boccafurni e Veronesi per il mini parziale sebino. Basket Iseo però che non riesce a dare continuità alle sue azioni e vede svanire sul nascere ogni tentativo di aggancio ai milanesi, infatti con l’1/2 di M.P. Cattaneo e l’entrata di Furlanetto la Pallacanestro Milano 1958 torna ad avere nove punti di vantaggio (41-32 del 22’37”). Scroccaro infila la tripla che mette paura, ma ecco l’8-0 Argomm con Boccafurni (due canestri), Caramatti e De Guzman che al 25’32” (44-40) rimette in pista la squadra di coach Mazzoli. Bellotti interrompe il momento gialloblu e il canestro di Reali (il primo di serata!) riporta in doppia cifra il distacco (50-40 a poco più di due minuti dalla fine del periodo). Veronesi e Baroni dalla lunetta accorciano nuovamente ma al trentesimo si arriva sul 52-45 con il contropiede di M.P. Cattaneo. Gli ultimi dieci minuti si aprono con lo 0/2 di Paleari, poi il botta e risposta tra Baroni e Menzes Crissaf Bolelli. A De Guzman e Veronesi replicano Paleari e Menezes Crissaf Bolelli per il 59-52 del 34’00”. Caramatti colpisce e con l’aiuto di De Guzman rosicchia lo svantaggio fino al 59-59 del 34’11”. La Pallacanestro Milano 1958 è in bambola e i gialloblu nell’azione dopo trovano anche l’incredibile vantaggio con Veronesi (sempre Caramatti nella versione assistman). Dopo il time out di coach Petitti la squadra di casa torna a segnare ma Boccafurni e Baroni tengono avanti l’Argomm. La tripla di De Guzman fa sognare il clamoroso colpaccio (63-68 a circa tre minuti dalla fine), ma le rotazioni ridotte si fanno sentire nei muscoli. Il Basket Iseo non segna più, con i liberi di Scroccaro e Paleari i biancoblu accorciano fino ad arrivare al 68-68 di M.P. Cattaneo che costringe al supplementare. I cinque minuti aggiuntivi si aprono con il canestro di Caramatti, le triple di Scroccaro e T. Cattaneo in una serata fin lì difficile per i milanesi dalla lunga distanza sono un macigno (74-70 del 42’20”). Il triplice viaggio in lunetta di M.P. Cattaneo peggiora ulteriormente la situazione, con De Guzman e Boccafurni l’ultimo sussulto Argomm mentre il 2+1 di Paleari chiude in anticipo la questione. L’1/2 di M.P. porta all’81-74 della sirena finale. Basket Iseo infila il secondo KO consecutivo e deve meditare sull’incapacità di dare continuità al proprio gioco. Sabato si torna al PalAntonietti dove, alle 21:00, arriva la Libertas Cernusco dell’ex Guffanti.